orologio_small 46"

Condolenza

Questa settimana si terranno i due SònoLab sulla fragilità e sui suoi vantaggi, come si vede nell’invito allegato.

Uno dei benefici che esamineremo è il senso di appartenenza all’umanità, che si rafforza nelle disgrazie collettive (pandemie, alluvioni, terremoti, eruzioni, guerre, ecc.), quando la comune sofferenza tende a stringere i legami sociali, facendoci sentire tutti ‘sulla stessa barca’. Come nei recenti casi della morte di Maradona o dell’anniversario dell’omicidio di John Lennon, entrambi occasioni di ‘idem sentire’.

Il patire insieme può essere indicato con un bel termine obsoleto, quasi arcaico: condolenza, oggi trasformato in condoglianza (per lo più usato al plurale).

Condolenza viene ovviamente dal latino e significa alla lettera provar dolore con altri. Ed è proprio questa l’esperienza spesso legata alla fragilità: il sentirsi collegati nei lutti, nelle paure, nelle sofferenze del vivere; il con-dividere la nostra comune debolezza; il ripartire il peso dell’esistenza; il godere della solidarietà nel dolore.


Enrico Finzi, 30 Novembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *