orologio_small 52"

I buchi dell’Emmentaler

Nei SònoLab sulle paure, i quali finiranno il 3 giugno, faccio notare un fenomeno poco studiato. Esso riguarda il passaggio dal timore degli altri, rafforzato dal coronavirus, a quello di sé.

La cosiddetta distanziazione è stata imposta per il forte rischio di contagio tra umani: l’Altro è diventato un possibile diffusore del contagio, pur se asintomatico e inconsapevole.

Il lungo isolamento a casa, anche se con famigliari, ha invece provocato per molti la disponibilità di un maggior tempo per sé, per riflettere, sentirsi, fare i conti con sé stessi. E spesso i risultati non sono stati positivi.

Ha funzionato meno del solito la ‘distrazione’ legata al lavoro, alla mobilità, agli incontri con famigliari e amiche e amici, agli svaghi, ecc.. E tanti si sono ritrovati più soli e più a contatto con problemi di solito messi da parte, sottovalutati, nascosti anche a sé medesimi.

Il risultato, talora drammatico, è stato ed è sia l’ingigantirsi della consapevolezza delle proprie fragilità (l’ala della morte oggi è più vicina e nessuno può pensarsi onnipotente); sia la maggior convinzione di essere carenti – a seconda dei casi – di serenità, affetti, senso, certezze, speranze, sogni.

E così – in metafora – è come se si fossero ingranditi i buchi del formaggio bernese Emmentaler, con una specie di ritorno all’antico, cioè a prima del secolo scorso, quando gli americani imposero agli svizzeri di ridurre i fatidici buchi (detti occhiature) per non creare guai alle loro affettatrici elettriche. Oggi tali cavità, frutto della fermentazione proprionica, ridiventano ben più vaste, attaccando la polpa dell’Io, che si avverte più debole, solo, incapace di tirarsi fuori nell’unico modo possibile: cogliere e valorizzare la nostra interna pluralità, gli Ii (plurale di Io) che ciascun umano alberga in sé, l’essere noi stessi un insieme di Altri.

 

Credits: Kelly Gilleran


Enrico Finzi, 28 Maggio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *