orologio_small 46"

Insonnia

Non riuscire a dormire bene e abbastanza è uno dei maggiori indicatori di disagio esistenziale, a un tempo causa e conseguenza di molti problemi.

L’immagine qui sopra segnala la difficoltà ad addormentarsi dopo aver deciso di affidarsi a Morfeo oppure a riaddormentarsi dopo un risveglio notturno.

Contare le pecore è un vecchio trucco, che a volte funziona, quasi come una tecnica di auto-ipnosi. Ma, quando non è d’aiuto, finisce per riempire il letto di pecorelle anch’esse insonni, moltiplicando il disagio e aggravando il problema.

La verità è che imporsi di dormire è spesso controproducente, riempie la mente invece di svuotarla, incrementa l’ansia al posto di attutirle.

Meglio è affrontare la notte sognando di sognare, ponendosi con curiosità di fronte alle esperienze che l’attività onirica potrà offrire.

Tra le 611 domande del questionario proprietario di Sòno ce n’è una che riguarda questa attesa positiva: chi afferma di andare con attesa da esploratore verso la propria ‘second life’ risulta in genere più soddisfatto della propria vita, meno oberato dall’ossessione dell’auto-controllo, più neofilo.


Enrico Finzi, 19 Dicembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *