orologio_small 42"

Lo specchio buono

Ci sono vari tipi di specchi. Quelli neutri e oggettivi dei bagni o in borsetta. Quelli che ingrandiscono una parte del volto, utili specialmente ai maschi per la rasatura. Quelli deformanti dei lunapark, che rendono il soggetto mostruosamente ingrassato o dimagrito oppure altissimo o nanerottolo. E poi c’è lo specchio Sòno.

Quali sono le sue caratteristiche distintive? Da un lato, cerca di restituire l’immagine di sé fornita dalla Persona, col vantaggio di essere percepita e descritta ‘da fuori’, da altre due persone esperte (i Tuner) che l’ascoltano attentamente.

Dall’altro lato, lo specchio Sòno non vuol essere neutrale: esso cerca di risultare preciso e – insieme – amico, dalla parte della Persona, persino affettuoso e carezzevole.

Ecco perché promuoviamo incontri online ristretti e gratuiti, come il SònoLab del 28 ottobre o del 3 novembre sempre alle 19.00 via Zoom. Perché chi ha sofferto di carenze di stima e affetto possa riceverne almeno una goccia riparatrice e qualche consiglio per superare quel deficit, spesso antico.

Per iscriversi, scrivere a info@sono-tuning.it specificando la data prescelta.

 

Credits: dal web


Enrico Finzi, 26 Ottobre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *