orologio_small 42"

Mezzanotte a Parigi

L’immagine che accompagna queste righe è stata scattata da un fotografo dilettante, in una notte piovosa in Montmartre, a Parigi.

In giro non c’è nessuno: solo una scala pubblica in discesa, le casette, un lampione acceso. Niente di che, niente di celebre. Eppure…

Eppure il tutto sembra fatato, come in certi quadri degli Impressionisti o in talune scene di ‘Midnight in Paris’ di Woody Allen col ritorno alla Belle Époque.

Perché così è la vita, ricca di briciole di momentanea felicità, per godere le quali dobbiamo essere capaci d’improvviso stupore: con apertura a emozioni inattese, a ricordi lancinanti, a sogni imprevisti.

Coloro che appaiono incapaci di provar meraviglia sono candidati a essere infelici. Risultano, a loro dire, troppo occupati o troppo stressati o troppo razionali oppure troppo ‘difesi’. E perdono molto: a partire da quegli attimi di magia di cui è ricca l’infanzia, poi via via (dis)educata dai ‘grandi’.

 

Credits: dal web


Enrico Finzi, 16 Marzo 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *