orologio_small 48"

Matteo Bush

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Sintetizza tutta una voce del dizionario” fu la lapidaria definizione di George W. Bush espressa da J. Carmichel con riferimento al termine ‘coglione’ (testicolo, rompi = fastidioso, minchione, scemo, sottomesso a una testa di c., ecc.). Forse si può dire lo stesso del Capitano (Fracassa) in relazione al verbo ‘fregare’. Lui, costandoci un bel po’, dice che se ne frega dello spread, il quale subito sale: e qui salta fuori l’espressione dannunziana cara ai fascisti, suoi antenati e alleati. Poi si frega le mani, per mostrare soddisfazione: quella di chi frega qualcuno, nel senso di ingannarlo, truffarlo, imbrogliarlo, fotterlo, derubarlo, recargli danno (certo, i migranti ma prima gli italiani). Il problema è che così si fregherà, si arrecherà danno. Ma lui se ne fregherà, con la consueta strafottente arroganza. Per ora ci frega. E a noi frega. Ma non freghiamocene troppo. Si fregherà da solo. Senza alcun bisogno di un piazzale Loreto. Un bacione, Matteo. E ricordati che aspettiamo 49 milioni: esattamente come quelli che non ti voteranno.

Perché l’ho scritto? Perché accà nisciuno è busch

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Sòno Human Tuning, 17 Maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *